1977: successo su tutti i fronti per il team "Martini-Porsche". Lo squadrone ufficiale ed i team privati hanno riportato un successo senza pari.
Fra gli innumerevoli titoli conquistati in quell'anno ricordiamo:

- Campionato mondiale marche;
- 24 Ore di Le Mans;
- Campionato europeo salita;
- Campionato TransAm.

Per quanto riguarda il campionato mondiale marche, si tratta del quinto successo, dopo quelli del 1969, 1970, 1971 e nel 1976.
Ricordiamo che Porsche ha riportato 4 vittorie su 8 corse, avendo utilizzato una sola vettura tipo "ufficiale" per tutta la stagione.
C'e' da dire che la concorrenza era quasi tutta interna, con i team privati europei (es. Kremer) ed americani. Una sola volta riusci' un'altra marca a vincere una gara: la BMW a Mosport, che si piazzera' seconda in campionato con 60 punti dietro naturalmente a Porsche (160) e davanti a De Tomaso (12).
La crisi del campionato, che appariva ormai un monomarca, si rivelava chiaramente nel comunicato stampa di Stoccarda, nel quale si auspicava un ingresso di un maggior numero di team.
Ciliegina sulla torta, la vittoria di Le Mans con la 936 ai comandi del trio Ickx/Barth/Haywood in una gara durissima (4671,630 km alla media di 194,651 kmh).
Qui di seguito, le caratteristiche tecniche delle favolose auto della cavallina tedesca: 935 "baby", sviluppata appositamente per rimanere nella classe "due litri"; 935/77 e 936
porsche porsche porsche


"Volevamo scrivere qui in motto intelligente ma al momento non ci viene in mente nulla"

line