Nuovo sistema di gestione del motore

PORSCHE MY 2000



E-gas per tutti


E-gas


Quanto ha saputo fornire prova convincente della sua validità sulla 911 Carrera 4 trova ora impiego anche su tutti i modelli della gamma 911 Carrera nonché su ambedue le varianti Boxster: la gestione del motore tramite la Motronic ME 7.2, comprensiva di funzione E-gas (acceleratore elettronico).

Con la regolazione E-gas, il compito del precedente acceleratore a tirante meccanico è ora svolto da un dispositivo di strozzamento elettromeccanico gestito elettronicamente dalla centralina ME 7.2. Il disco del corpo farfallato viene posizionato in modo opportuno da un motorino elettrico, tramite un meccanismo di comando a due stadi collegato all'alberino porta-farfalla. In questo modo è possibile gestire elettronicamente l'aspirazione del motore sull'intera fascia di carico dello stesso. Inoltre si ottengono nuove possibilità di regolazione, che vengono usate per realizzare un migliore smorzamento delle reazioni alla variazione di carico. Nel tempo stesso è possibile realizzare una risposta più armoniosa nella fase d'avviamento, nelle operazioni di cambiata del e nella gestione antipattinamento in accelerazione. E poi c'è un altro aspetto che sorprende gradevolmente: l'E-gas fa lavorare il cruise-control con una precisione nettamente maggiore.

Al fine di generare il segnale d'ingresso per la gestione del corpo farfallato, il pedale dell'acceleratore è collegato a un rilevatore di posizione tramite un breve cavo di comando. Il rilevatore trasforma la corsa del pedale in un corrispondente segnale elettrico che viene trasmesso alla centralina, la quale a sua volta gestisce la posizione della farfalla tramite un motorino elettrico. Inoltre la centralina interviene anche nella fasatura dell'accensione, accelerando - p.e. mediante il passaggio in accensione ritardata - il riscaldamento del catalizzatore, riducendo l'emissione di sostanze nocive durante la fase di riscaldamento del propulsore. A questo riguardo l'E-gas permette di compensare l'inevitabile calo di coppia motrice che si ha in tale fase d'esercizio, incrementando con ciò il comfort tramite una caratteristica escursiva del pedale acceleratore indipendente dalla temperatura del propulsore.

La sicurezza funzionale in caso di guasto del sistema è sorvegliata da due calcolatori, che a loro volta si controllano reciprocamente. Il feedback posizionale per la farfalla e il rivelatore di posizione del pedale acceleratore avviene con due sensori per ciascuno di questi organi. La verifica di plausibilità dei segnali avwiene mediante confronto incrociato col misuratore della massa d'aria. In caso di disfunzione vengono attivate diverse strategie d'emergenza, che assicurano di poter raggiungere la prossima officina.

"Volevamo scrivere qui un motto intelligente ma al momento non ci viene in mente nulla"

line