ALFA BRERA 2.4 JTDm

2007


image/Alfa_Brera
200cv!


Abbiamo provato il modello Alfa Brera 2400 JTD da 200 cv. La linea dell'Alfa Brera ha un taglio moderno, elegante, sportivo senza fronzoli. Un auto dalle misure esterne compatte, capace di regalarci prestazioni in termini di agilità molto buone, reagisce molto bene ai comandi dello sterzo, unico neo, il peso un po' eccessivo.


image/Alfa_Brera
Rollio limitato


L'Alfa Brera in curva ha un rollio molto limitato come si può osservare dalla foto, ciò permette rapidi inserimenti nelle serie di curve tipiche dei percorsi di montagna. Anche il retrotreno in rilascio si riallinea molto bene dopo che si è terminata una manovra di sorpasso.



image/Alfa_Brera
By Giugiaro


Il design della Alfa Brera non poteva che essere realizzato dalla matita di uno dei più celebri carrozzieri italiani, Giorgetto Giugiaro. La Vista laterale dell'Alfa Brera: la parte anteriore, esprime un fascino senza tempo, come per i modelli degli anni '50 e '60.



image/Alfa_Brera
Brio penalizzato dal peso


Per quanto riguarda il motore dell' Alfa Brera turbo diesel, ci è parso poco vivace a bassa velocità, forse dovuto al fatto che la vettura pesa circa 1800 kg, sicuramente non tra le più leggere della categoria. Nell'uso extra urbano si prende la rivincita, mostrando appieno la potenza dei suo 200cv.



image/Alfa_Brera
Da dietro


La parte posteriore ha una linea personalissima, a parte i quattro tubi di scarico; la linea della fanaleria, il portellone, sono il segno distintivo di quest'Alfa. Da lontano la si riconosce immediatamente.



image/Alfa_Brera
Entriamo a bordo


L'angolo di apertura delle portiere e' accettabilmente ampio; i sedili sono posti "in basso" ma non in maniera eccessiva. A prova di gonna e tacchi a spillo!



image/Alfa_Brera
Al volante


Il posto guida. Sedili e comandi sono realizzati con materiali di buona fattura. Una volta seduti ci si trova subito a proprio agio e non è difficile trovare la giusta posizione di guida. Lo schienale e la seduta offrono un ottimo comfort e una buona tenuta laterale nella guida sportiva. L'accostamento dei colori degli interni del modello provato ci è sembrato azzeccato.



image/Alfa_Brera
Larghe vedute


Si nota nella foto il tetto trasparente, da' l'impressione di viaggiare su un vettura targa, nella quala il tetto è asportabile, come è il caso di molte coupé americane.



image/Alfa_Brera
Motorizzazioni


Nel caso dei motori a benzina la versione più potente monta un motore di 3195 cc, 6 cilindri, 260 cv a 6200 g/min, 32,8 kgm di coppia max a 4500 g/min., 0-100 km/h in 6,8 sec, velocità massima 240 km/h, consumo medio 8,7 l/100 km.



image/Alfa_Brera
Cuore sportivo, ma a gasolio


Una volta aperto il cofano anteriore, scopriamo l'anima del motore, un cinque cilindri di 2387cc da 200cv (147 kw) a 4000 g/min, coppia massima 40,8 kgm a 2000 g/min, capace di accelerare da 0-100km/h in poco più di 8 sec. Iniezione diretta multijet, 6 marce, Euro 4.



image/Alfa_Brera
Tutto sotto controllo


La strumentazione della Alfa Brera secondo i vecchi canoni A.R.: a tutto tondo tachimetro e contagiri. Molto bella, completa, ben leggibile, funzionale con un certo styling retro.



image/Alfa_Brera
Considerazioni di carattere commerciale


Ultimamente, Alfa Romeo, ha conquistato quote di mercato importanti sia in Italia, ma soprattutto all'estero e, per la precisione, quello tedesco. Dopo anni difficili, la svolta, è l'inizio di una nuova stagione, rinnovata la gamma, a partire dalla 147, modello che ha rilanciato in europa il marchio A.R.





"Volevamo scrivere qui un motto intelligente ma al momento non ci viene in mente nulla"

line