Raid - Vallée de la Meuse

Aprile 2019

Ci siamo dati appuntamento nella tarda mattinata di un caldo e soleggiato sabato mattina nel lungo weekend pasquale a Drogenbos, presso il "Centro Porsche Bruxelles", dove abbiamo avuto modo di soffermarci sulla nuovissima "Porsche 992": in estrema sintesi, la linea è migliore di quello che appare in foto, sebbene in un anonimo grigio; interni belli, ergonomici e dall'apparenza solida, contrariamente alla pulsanteria ed alla levetta del cambio, veramente dall'apparenza e dalla consistenza inadeguata ...

Ma lo scopo della giornata e' quello di approfittare in pieno del tempo magnifico e della regione che si estende fra Francia e Belgio, tra belle strade nelle foreste nel parco Regionale delle Ardenne che costeggiano il corso della Mosa e tipici ristorantini dove gustare le specialita' locali.
Le vetture sono due "Porsche 911" rigorosamente raffreddate ad aria ... una Carrera 3.2 Cabrio ed una 2.4S Coupe'.

mappa


Lasciamo l'autostrada a Rocroi, una interessante cittadina fortificata dalla tipica pianta "a stella", sede della omonima battaglia del 19 mai 1643, che ha visto contrapporsi Francesi e Spagnoli, con la fine della supremazia militare di questi ultimi sul continente europeo.



Strette ma pittoresche dipartimentali ci portano a raggiungere il corso della Mosa nei pressi del piccolo centro di Monthermé, dove ci fermiamo a pranzo presso l'Hôtel Restaurant"Les Boucles de Meuse". Se "la carte"" lascia un po' a desiderare, in compenso il servizio e' veloce, il panorama merita una sosta e, ultimo ma essenziale, il parcheggio e' comodo, gratuito e sott'occhio.

Ripartiamo in direzione Deville, costeggiando la Mosa; in alcuni punti l'acqua arriva quasi a lambire i bordi della strada. Arrivati nel villaggio di Revin lasciamo il fiume e ci arrampichiamo in una serie di tornanti che salgono fino all'altopiano che porta all'abitato di "Les Hautes Buttes"; i tornanti hanno ceduto il passo ad un lunghissimo (ma stretto) tratto rettilineo e pianeggiante, tagliato in mezzo alla foresta come con una lama di coltello; attenzione a non farsi prendere la mano ... cervi o cinghiali possono fare piu' danni delle sparute automobili o motociclette che incrociamo.

Ci riallacciamo alla strada che costeggia la Mosa a Vireux-Molhain e poco dopo attraversiamo il bel borgo di Givet, posto al confine con il Belgio e procediamo verso una delle nostre citta' belghe preferite, Dinant, a pochi chilometri dalla quale si trova l'ingresso per l'autostrada che ci riportera' a Bruxelles, dove finalmente potremo far sfogare i nostri cavalli in qualche allungo (sempre nei limiti, si intende).

In conclusione, un itinerario non impegnativo (circa 330 km). Data la giornata calda, la cabrio e' risultata una scelta azzeccata, anche se i vetri posteriori a compasso della 2.4 si sono rilevati piu' che sufficienti per evacuare l'aria calda dall'abitacolo. I consumi ... circa 10 km con un litro per la 3.2; un lusinghiero 7.5 km/l per la 2.4 (considerando che con iniezione meccanica e' facile scendere anche a 5 o 6 con un litro).




"Volevamo scrivere qui un motto intelligente ma al momento non ci viene in mente nulla"

line